E lasciarle andare
E lasciarle andare
Le paure le incertezze
E le lunghe notti buie
E sui rami contorti annodare
Come fazzoletti che sventolano
Anche al buio
I sogni le visioni
E le dorate scintille del giorno
 
E attendere poi
Scalpitanti pazienti
Finchè i nodi si sciolgono
E vederli sparire
Superando le infinite distanze
Nel cielo profondo
Fagocitati
In fine
 
Lasciandoci col naso all'insù
Come bambini che guardano
Milioni di palloncini sfuggiti
Perdersi in un'immensità
Vertiginosamente
Incontenibile
 

(20 gennaio 2010)

 

© Copyright 2019 - Luciana De Palma - Tutti i diritti riservati. Contatti