dalla luce sgranata
Dalla luce sgranata
Dal suono foderato
Dei profondi oceani
Emergiamo
Dalle viscere della terra
Come magma infuocato
Dalla linfa del ramo
Come rubicondi germogli
 
Eccoci l'uno all'altro
Di fronte
Scoperchiate le coscienze
E l'irrefrenabile smania
Dell'anima
Che solo a volte
La soave paura del vuoto
Acquieta
Avanziamo
Nell'angolo dove il vento
Come foglie morte
Spazza cumuli di risposte
E grovigli di domande
 
Come foglie
Diventiamo foglia
Soverchiati ancora
Dal peso del ramo
Cui eravamo attaccati
Ma vogliamo sopravvivere
Ancora nella vita incunearci
Ancora
Dagli oceani emergere

 

 

(poesia inedita, aprile 2008)

© Copyright 2019 - Luciana De Palma - Tutti i diritti riservati. Contatti